RIPRESA ATTIVITA’ COVID-19 – Disposizioni per la tutela della salute degli operatori nei cantieri


La gestione dei cantieri in fase di emergenza coronavirus (COVID-19). Gli obblighi normativi e le buone pratiche istituzionali per la corretta valutazione dei rischi per la salute dei lavoratori.

Vediamo una sintesi dell’Ordinanza 40/2020 allegata alla presente

APPLICAZIONE

Le disposizioni devono essere applicate entro il 29 Aprile 2020, prima dell’apertura, e sono valide per tutto lo stato di emergenza sanitaria per i cantieri:

  • sospesi (da applicare prima della ripresa);
  • in corso (applicate entro il 29 aprile 2020);
  • da consegnare (da applicare all’apertura).

ATTIVITA’ DA ESEGUIRE IN CANTIERE 

Il riferimento rimane l’ultimo DPCM in vigore (10.04.2020)

FIGURE COINVOLTE

Per l’impresa affidataria e imprese esecutrici

  • datore di lavoro;
  • dirigenti delegati per la sicurezza in cantiere;
  • direttori di cantiere;
  • preposti;
  • lavoratori dipendenti;
  • distaccati;
  • lavoratori autonomi;
  • lavoratori dei subcontraenti (quali subappaltatori, fornitori e subfornitori, noli a caldo ecc…);
  • in generale tutti coloro che hanno accesso al cantiere

Per il Committente Pubblico e Committente Privato:

  • responsabile dei lavori (RL) che negli Appalti è il responsabile del procedimento (rup);
  • direttore dei lavori (dl) con il suo ufficio di direzione;
  • CSP;
  • CSE;
  • tutor di cantiere (come definito dall’art. 22 della Legge regionale 13 luglio 2007, n. 38);
  • dirigenti;
  • committente;

Per i controlli in cantiere:

  • PISSL;
  • Ispettorato Lavoro;
  • RLST;

Ordinanza 40/2020 – PROCEDURE PER I CANTIERI IN CORSO

Cantieri con nomina Coordinatore Sicurezza

  1. integrazione del P.S.C. con le misure anticontagio;
  2. aggiornamento dei POS delle affisatarie ed esecutrici;
  3. confronto con le altre figure coinvolte per valutare la necessità di implementare il cronoprogramma e le altre misure del P.S.C. per mitigare il rischio sanitario;
  4. eventuale adeguamento dei corsi della sicurezza del cantiere;
  5. valutazione del rallentamento della produttività del cantiere sia Pubblici che Privati(in questo caso la Stazione Appaltante procederà all’approvazione di una variante contrattuale;
  6. prevede una procedura nel PSC (e verifica che la stessa sia rispettata nel POS) per accesso, transito e luoghi di scarico previsti per le forniture, con priorità a che il conducente del mezzo si mantenga all’interno dello stesso durante le operazioni, o di mantenere, a terra, una distanza di mt. 1,80 e previsione (Se necessaria) di servizi igienici dedicati ai fornitori con divieto di utilizzo ai lavoratori del cantiere, oltre a misure di organizzazione atte alla riduzione delle visite dei soggetti terzi in cantiere (es. committente, visitatori, ecc.).
  7. definisce la procedura di sanificazione/pulizia

 

Per cantieri senza nomina Coordinatore Sicurezza, l’impresa affidataria:

  • è tenuta ad integrare il pss/pos alle misure anticontagio COVID-19;
  • adeguerà il programma esecutivo dei lavori;
  • prevede una procedura nel POS/PSS (in base ai casi) per accesso, transito e luoghi di scarico previsti per le forniture, con priorità a che il conducente del mezzo si mantenga all’interno dello stesso durante le operazioni, o di mantenere, a terra, una distanza di mt. 1,80 e previsione (Se necessaria) di servizi igienici dedicati ai fornitori con divieto di utilizzo ai lavoratori del cantiere, oltre a misure di organizzazione atte alla riduzione delle visite dei soggetti terzi in cantiere (es. committente, visitatori, ecc.);
  • definisce la procedura di sanificazione/pulizia

Nomina straordinaria del Responsabile dei Lavori

Per tutta la durata della fase emergenziale, per i cantieri privati, per i quali non vige l’obbligo di redazione del PSC, ma nei quali sono presenti un’impresa e lavoratori autonomi, non coordinati e non individuati dall’impresa esecutrice, è fatto obbligo nominare un responsabile dei lavori, che preferibilmente abbia formazione adeguata al ruolo di cse, al quale spetta il rispetto delle presenti disposizioni, in rappresentanza del committente.

Ripresa cantieri Regione Toscana PRECAUZIONI IGIENICHE

  1. opportunità di utilizzo continuo di guanti da lavoro;
  2. messa a disposizione di detergenti da parte del Datore di Lavoro;
  3. lavaggio frequente mani (con sapone o gel igienizzante) anche con guanti monouso;
  4. in caso di mancanza di acqua rendere disponibili gel igienizzanti all’accesso in: cantiere, baracche, mense, spazi comuni, ecc.

Ordinanza 40/2020 – INFORMAZIONE

Il Datore di Lavoro, in linea con i contenuti del P.S.C., dei P.O.S. o del P.S.S.:

  • informa i lavoratori e lavoratori autonomi sulle regole basilari di igiene, anche con segnaletica apposita;
  • informa i lavoratori stranieri con materiale informativo opportunamente tradotto;

Il CSE:

  • si accorda con l’impresa affidataria definendo le informazioni dedicate agli altri soggetti in accesso al cantiere (es. visitatori, committente, fornitori, ecc…)

Obblighi del lavoratore (richiamati dall’Impresa Affidataria-DdL-Committente)

  1. di rimanere al proprio domicilio in presenza di febbre (oltre 37.5°) o altri sintomi influenzali e di chiamare il proprio medico di famiglia e l’autorità sanitaria seguendone le indicazioni;
  2. di non fare ingresso o di permanere in azienda e in cantiere e di doverlo dichiarare tempestivamente al datore di lavoro/impresa/committente laddove, anche successivamente all’ingresso, sussistano le condizioni di pericolo (sintomi di influenza, o temperatura, o contatto con persone positive al virus nei 14 giorni precedenti, etc) per le quali i provvedimenti dell’Autorità impongono di informare il medico di famiglia e l’Autorità sanitaria e di rimanere nel proprio domicilio. Il datore di lavoro si attiva per assicurare quotidianamente, all’inizio del turno di lavoro, il rispetto della presente disposizione o utilizzando idonei strumenti di misurazione della febbre o anche mediante dichiarazione sostitutiva da parte del dipendente;
  3. l’impegno a rispettare tutte le disposizioni delle Autorità e del datore di lavoro/impresa/committente nel fare accesso in cantiere e in azienda (in particolare, mantenere la distanza di sicurezza, osservare le regole di igiene delle mani e tenere comportamenti corretti sul piano dell’igiene);
  4. l’impegno a informare tempestivamente e responsabilmente il datore di lavoro/impresa/committente della presenza di qualsiasi sintomo influenzale durante l’espletamento della prestazione lavorativa, avendo cura di rimanere ad adeguata distanza dalle persone presenti.

Obblighi Imprese Sub-contraenti:

  • Il conduttore del mezzo può operare in consegna o prelievo da/per il cantiere con tenuta documenti fiscali per dimostrazione della natura del transito alle Autorità competenti in caso di controllo stradale;
  • Rispetto della Procedura prevista nel PSC/POS/PSS per accesso, transito e luoghi di scarico previsti per le forniture, con priorità a che il conducente del mezzo si mantenga all’interno dello stesso durante le operazioni, o di mantenere, a terra, una distanza di mt. 1,80 e previsione (Se necessaria) di servizi igienici dedicati ai fornitori con divieto di utilizzo ai lavoratori del cantiere.

Ripresa cantieri Regione Toscana PULIZIA E SANIFICAZIONE

  1. l’organizzazione delle squadre in modo che le attrezzature di lavoro vengano utilizzate dalle medesime persone durante il turno di lavoro.
  2. la disponibilità di specifici detergenti per la pulizia degli strumenti/attrezzature individuali.

3. la sanificazione giornaliera dei locali e ambienti chiusi (es. baracche di cantiere, spogliatoi, locali refettorio).  La sanificazione, anche eseguita in proprio, può essere svolta tramite le normali metodologie di pulizia utilizzando prodotti quali etanolo a concentrazioni pari al 70% ovvero i prodotti a base di cloro a una concentrazione di 0,1% e 0,5% di cloro attivo (candeggina) o altri prodotti disinfettanti ad attività virucida, concentrandosi in particolare sulle superfici toccate più di frequente (ad esempio porte, maniglie, tavoli, servizi igienici etc).

SCARICA GLI ALLEGATI

Ordinanza_del_Presidente_n 40_del_22-04-2020 (002)

Ordinanza_del_Presidente_n 40_del_22-04-2020-Allegato-A

Facebook